Forex, euro ben impostato su raffreddamento ipotesi taglio tassi

lunedì 14 gennaio 2013 08:54
 

SINGAPORE (Reuters) - Euro tonico sul dollaro, col cambio risalito nel corso della seduta anche sopra quota 1,34, ai massimi da quasi un anno.

A sostenere le quotazioni della valuta unica, a partire da giovedì scorso, sono state le parole di Mario Draghi nella conferenza stampa seguita al meeting di politica monetaria della Bce. Il numero uno della banca centrale, contrariamente alle attese di alcuni, non ha fornito indicazioni su un possibile taglio dei tassi nei prossimi mesi, raffreddando la speculazione in tal senso e innescando una nuova fase di acquisti sull'euro.

Alle 7,45 italiane il cambio euro/dollaro tratta in area 1,3385, in apprezzamento da 1,3340 dell'ultima chiusura, dopo essersi spinto fino al picco intraday di 1,3403, il livello più alto da febbraio 2012.

Resta intanto sotto pressione lo yen, alla luce dei forti segnali di richiesta che il nuovo governo giapponese sta inviando alla Banca del Giappone affinché adotti nuove iniziative di stimolo monetario nel prossimo meeting del 21-22 gennaio. L'ultimo passo è stata la richiesta del neo premier Shinzo Abe per l'adozione da parte della banca centrale di un obiettivo di inflazione di medio termine.

Il cambio dollaro/yen tratta sui massimi da due anni e mezzo, a 89,60 da 89,16 dell'ultima chiusura; euro/yen a 119,90 da 118,97, con un picco intraday a 120,12, livello più alto da maggio 2011.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia