Moleskine, ok Consob a prima parte prospetto Ipo

venerdì 11 gennaio 2013 13:57
 

MILANO (Reuters) - Moleskine fa un altro passo verso la possibile quotazione in Borsa. La società infatti ha ottenuto da Consob l'approvazione al documento di registrazione propedeutico alla quotazione, dopo il giudizio di ammissibilità ottenuto da Borsa Italiana lunedì scorso.

La società lo ha reso noto, annuciando contestualmente i risultati preliminari del 2012. Le vendite sono aumentate del 17% rispetto al 2011, mentre la "redditività operativa (è) attesa in linea con i risultati storici". Nel 2011 la società aveva registrato un Ebitda pari a 28,6 milioni di euro, in crescita del 26,9% rispetto al 2010.

Il documento di registrazione è la prima parte del prospetto tripartito che può essere utilizzato per chiedere l'autorizzazione all'Ipo.

Secondo quanto riferisce una fonte vicina al processo, la società nota per i taccuini amati da Vincent Van Gogh e da Ernest Hemingway punta a quotarsi "nel primo semestre", nella finestra che andrà da marzo a giugno.

"La vera incognita", aggiunge la fonte, "sono le elezioni politiche, che potrebbero creare una situazione di volatilità elevata sui mercati".

La fonte conferma che il collocamento avverrà attraverso un'Opvs (in parte vendita di azioni esistenti e per il resto aumento di capitale), ma la struttura esatta "verrà definita nelle prossime settimane".

Riguardo agli approcci che gli azionisti di Moleskine (Syntegra Capital al 67,7%, Index Ventures al 15,2%, Francesco Franceschi al 10,6% e il management al 6,5%) hanno registrato da parte di potenziali compratori (la stampa, in passato, ha fatto i nomi di Blackstone e Lion Capital), la fonte conferma che qualcuno ha bussato alla porta, "ma la quotazione è la via prioritaria".

D'altro canto, quando gli azionisti di una società in fase di Ipo sono in prevalenza operatori di private equity, storicamente si tratta sempre di dual track. E, come è accaduto con Moncler, il mercato può trovasri sbarrata la strada da compratori finanziari o industriali.

Al momento, però, Moleskine prosegue sulla strada che porta a Piazza Affari. La fonte dice che gli azionisti sono "molto incoraggiati da come sta andando l'iter della quotazione".

Goldman Sachs, Ubs e Mediobanca sono i global coordinator del collocamento; la banca italiana ricopre anche il ruolo di sponsor. Rotschild è l'advisor finanziario. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia