Sea, domenica inaugurazione terzo satellite Malpensa, costo 300 mln

giovedì 10 gennaio 2013 17:55
 

MILANO (Reuters) - Domenica prossima, 13 gennaio, verrà inaugurato il terzo satellite di Malpensa, un'area con una superficie complessiva di 35.000 metri quadri, che ha comportato per Sea un investimento di 300 milioni di euro.

L'evento è stato presentato dal presidente e AD di Sea, Giuseppe Bonomi, dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, e da Giuseppe Sala, amministratore delegato di Expo, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Marino.

Il satellite aumenterà la capacità del terminal 1 del 50%, porterà Malpensa ad avere 41 pontili mobili e potrà accogliere contemporaneamente due Airbus A380, imbarcando i passeggeri attraverso tre pontili (uno per il ponte superiore e due per il ponte principale). "Di questi", ha spiegato Bonomi, "uno collega direttamente la sala Vip della compagnia con l'aeromobile, senza dover passare dal gate".

"Con l'entrata in funzione del terzo satellite", ha proseguito Bonomi, "la quasi totalità dei voli extra-Schengen passano alla nuova struttura, mentre al satellite B verranno operati sia i voli dell'area Schengen sia quelli extra-Schengen. Al satellite A restano i voli Schengen".

Il numero uno di Sea ha affermato che il satellite "ha dimensioni superiori all'intera aerostazione di Linate. Il terminal 1 raggiungerà una capacità complessiva fino a 30 milioni di passeggeri l'anno".

Bonomi ha sottolineato che nell'investimento di 300 milioni "non c'è un euro di finanziamento pubblico".

Pisapia ha posto l'accento sul ruolo di apertura alle rotte asiatiche della nuova struttura e ha detto che "la previsione di 20 milioni di arrivi per l'Expo non è azzardata".

Sala, che ha definito Malpensa "la principale porta dell'Expo", a proposito della volontà di attirare in Italia i visitatori asiatici, ha annunciato che il primo ufficio estero di Expo sarà aperto a Pechino. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia