Energia, Bersani: gas centrale, c'è margine per prezzi più bassi

mercoledì 9 gennaio 2013 16:55
 

ROMA (Reuters) - Il candidato premier del centrosinistra Pierluigi Bersani, in testa nei sondaggi per le elezioni politiche di febbraio, ha detto oggi che il programma energetico del futuro governo avrà ancora come punto prioritario la diversificazione dell'approvvigionamento di gas, per il quale si possono spuntare prezzi più bassi degli attuali.

"La vera questione dei prossimi anni si chiama gas. Il suo costo è ancora molto alto a fronte di una realtà mondiale di mercato che si sta flessibilizzando e sta consentendo un forte abbassamento dei prezzi", ha detto oggi Bersani intervistato da Sky Tg24.

"Si deve lavorare per avere un approvvigionamento di materie prime più libero, che possa muoversi sui mercati spot, e portare ai cittadini prezzi piu bassi", ha aggiunto il segretario del Pd.

Le principali aziende in campo energetico in Italia, fra le quali Eni, Snam ed Enel, sono controllate dallo Stato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il leader del Pd Pier Luigi Bersani. REUTERS/ Stringer