Italia, Terna: consumi elettrici 2012 in calo del 2,8% su 2011

mercoledì 9 gennaio 2013 15:57
 

ROMA/MILANO (Reuters) - I consumi di energia elettrica italiani nel 2012 sono diminuiti del 2,8% sul 2011, registrando il secondo calo più consistente dopo quello del 2009 (-5,7%).

Sono i primi dati provvisori elaborati da Terna sul fabbisogno di elettricità nello scorso anno.

A parità di calendario, la diminuzione è del 3,1% in considerazione del fatto che il 2012 ha avuto un giorno lavorativo in più perché bisestile.

Il totale dell'energia richiesta in Italia nel 2012 ammonta a 325,3 miliardi di kilowattora, attestandosi sullo stesso livello di domanda del 2004.

Per il presidente di Assoelettrica, Chicco Testa, il calo della domanda mette in crisi l'intero settore elettrico. "La riduzione della domanda è infatti avvenuta a fronte di uno straordinario incremento delle fonti rinnovabili e del fotovoltaico in particolare", sottolinea Testa in una nota.

"Questo comporta che gli oneri di sistema, che rappresentano ormai il 17 per cento della bolletta di un'utenza domestica tipo, siano costituiti in parte dominante dagli incentivi, con il fotovoltaico che pesa ormai per oltre 6,5 miliardi all'anno. Questo, mentre decine di impianti a gas, modernissimi e efficienti, funzionano a ritmo ridotto, con un ulteriore aggravio di costi per le imprese e per i consumatori, e ponendo crescenti problemi di natura occupazionale, destinati ad aggravarsi nel corso del 2013", conclude Testa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia