Borsa Milano tonica in chiusura su guadagni bancari, balza Telecom

mercoledì 9 gennaio 2013 17:44
 

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in buon rialzo una seduta resa tonica dai guadagni del comparto bancario, che contribuiscono a rendere la borsa milanese la migliore performer in Europa. Il listino principale beneficia anche del rally di alcuni titoli singoli, come Telecom Italia e Finmeccanica.

"Siamo andati molto bene oggi grazie alla spinta delle banche. Proseguono le ricoperture su questi titoli, appetibili per nuovi investitori grazie a un sentiment più propenso al rischio in scia alla discesa dello spread. Il differenziale staziona infatti sui minimi dell'ultimo anno e mezzo" commenta un trader.

Dalle sale operative segnalano come i rialzi siano aiutati anche dalla rottura di livelli grafici chiave dei titoli finanziari e da una certa dose di manovre speculative.

"L'avvio del 2013 è stato scoppiettante. I minimi sono stati toccati e da lì è partito il rimbalzo. Per ora non sembrano esserci nuovole all'orizzonte, ma il focus è puntato sulla stagione delle trimestrali alle porte: potrebbe bastare qualche risultato negativo a far cambiare il vento" aggiunge il trader.

Il FTSE Mib chiude a +2,21%, continuando a mostrare una certa tonicità rispetto agli altri indici europei e aggiornando i nuovi massimi da inizio agosto 2011. "Probabilmente questa tendenza caratterizzerà tutto il 2013" commenta Vincenzo Longo, analista di IG Market.

L'AllShare avanza del 2,06%, con volumi scambiati per 2,3 miliardi di euro. L'indice benchmark europeo FTSEurofirst 300 guadagna lo 0,67%.

* Tra i bancari, tutti in deciso rialzo, spiccano i guadagni di UNICREDIT (+4,85%) e di MPS (+4,88%) che prosegue la corsa iniziata venerdì 4 sullo short-covering. [ID:nL5E9C93C7] Seguono a breve distanza BANCO POPOLARE, POP EMILIA e UBI. Il paniere del comparto sale del 3,6%, a fronte di uno stoxx europeo che guadagna il 2,26%.

* TELECOM ITALIA (+8,84%) estende i rialzi nel pomeriggio, con volumi forti, ancora sostenuta dalle indiscrezioni stampa su un incontro tra i principali operatori per realizzare una rete telefonica fissa paneuropea. Tuttavia, fonti a conoscenza di quanto successo nell'incontro del 28 novembre, hanno detto che i colloqui per realizzare una rete europea sono ancora teorici. [ID:nL5E9C9BNY] "L'andamento delle azioni riflette la possibilità che queste società riducano i costi realizzando una singola rete in Europa", dice John Karidis, analista di Oriel Securities. "Comunque, secondo me, le possibilità che questo si verifichi sono piuttosto basse". [ID:nL5E9C9ARF]

Positivo l'impatto delle indiscrezioni anche a livello europeo, con lo stoxx che chiude a +2,68%.   Continua...

 
L'ingresso della Borsa di Milano, 10 dicembre 2012 REUTERS/Stefano Rellandini