Forex, dollaro tocca max da 3 settimane su nuovi timori bilancio Usa

giovedì 3 gennaio 2013 15:32
 

NEW YORK (Reuters) - Il dollaro è salito ai massimi da tre settimane nei confronti del paniere delle valute principali mentre l'euro è precipitato ai minimi da metà dicembre sui timori di una nuova fase di incertezza riguardo il bilancio americano.

Ieri l'ottimismo riguardo l'approvazione di un pacchetto di misure che ha evitato all'economia americana di precipitare nel baratro fiscale aveva depresso il dollaro, a vantaggio degli asset più rischiosi e delle valute più legate alla crescita economica.

Ma l'euforia per il provvedimento si è dissolta in vista di settimane che si preannunciano nuovamente all'insegna della tensione sul fronte del bilancio Usa.

I repubblicani, infatti, che detengono la maggioranza alla Camera, ritengono che il pacchetto di misure che ha evitato il 'fiscal cliff', fortemente voluto dall'amministrazione Obama, non riduca abbastanza il deficit federale e promettono di utilizzare il confronto sul tetto all'indebitamento per spuntare maggiori tagli alla spesa pubblica.

Questo ha dato nuovo sostegno al dollaro, portando l'indice del biglietto verde a salire fino 80,229, il livello più alto dall'11 dicembre, mentre l'euro, che ieri era salito fino a 1,33 dollari, picco da due settimane, ha perso terreno precipitando fino a 1,3082, minimo da metà dicembre. Intorno alle 14,45 la divisa europea passa di mano a 1,3106.

La valuta unica cede oltre l'1% nei confronti dello yen e tratta a 113,89 da 115,15 dopo essere salita ieri fino a 115,995 yen, massimo da 18 mesi. Yen in risalita anche sul dollaro, che cede lo 0,5% a 86,99 yen, dopo aver toccato ieri il massimo da 29 mesi a 87,36 yen.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia