Btp, mercato torna sottile dopo eccezione ieri, domina asta Francia

giovedì 3 gennaio 2013 12:34
 

MILANO (Reuters) - Il secondario italiano ritrova il tradizionale sopore di inizio anno dopo l'inconsueta attività registrata ieri sull'entusiasmo per l'accordo fiscale Usa, registrando una marginale correzione sul tratto lungo dopo il significativo rialzo di ieri. Gli scambi tornano quindi a essere relativamente poveri e la seduta appare dominata dall'asta francese.

"Il driver di oggi è l'asta francese, che è risultata abbastanza in linea con le attese e in corrispondenza della quale si è visto un lieve rialzo dello spread, sia Francia-Germania, sia Italia-Germania, e il future sul Bund andare in territorio positivo. Poi il tutto è rientrato", dice il trader di un istituto italiano.

"Il mercato oggi ha comunque ritrovato il tradizionale trading festivo, e credo che fino alla settimana prossima non vedremo grossi movimenti", aggiunge.

Il Tesoro francese ha collocato Oat su quattro scadenze per 7,993 miliardi, sulla parte alta della forchetta di offerta fra 7 e 8 miliardi.

Al mercato, secondo i trader, non resta quindi che aspettare la prossima settimana per ritrovare una certa attività e stimoli dagli annunci delle aste e dai collocamenti stessi, sia sui Bot sia sul medio-lungo.

Il future sul decennale di riferimento Bund è oscillato fra 143,89 e 144,05 dopo una chiusura ieri a 144,07.

L'euro oggi ha ritracciato dopo i guadagni di ieri, portandosi al minimo delle tre settimane contro il dollaro rompendo brevemente al ribasso la soglia di 1,31 dollari, e arrivando a cedere oltre l'1% contro lo yen, dopo aver ieri toccato il massimo dell'anno e mezzo contro la valuta nipponica.

 
Una vista sul palazzo del Ministero dell'Economia a Roma, 8 ottobre 2008. REUTERS/Alessandro Bianchi