Borse Asia e Pacifico in rialzo su speranze Cina

giovedì 3 gennaio 2013 09:03
 

HONG KONG - (Reuters) - Seduta positiva per gran parte delle borse dell'area Asia-Pacifico, spinte dalle speranze di un risveglio dell'economia cinese. I guadagni sono tuttavia limitati dalle prime prese di profitto dopo il rallly di ieri.

I dati arrivati oggi dalla Cina hanno mostrato un'espansione del settore terziario a dicembre.

Intorno alle 8,15 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico guadagna circa lo 0,3% dopo il balzo di ieri sulla scia dell'accordo raggiunto negli Stati Uniti per evitare il 'fiscal cliff'. La borsa di Tokyo è chiusa per festività.

HONG KONG muove intorno alla parità sul finale di seduta dopo aver toccato il massimo degli ultimi 19 mesi, trainata dai titoli più sensibili alla crescita sulla scia di alcuni dati positivi che sembrano confermare la ripresa della seconda economia mondiale. Tonici anche i titoli del settore immobiliare e di quello automotive. Prada guadagna l'1,4%. SHANGHAI è chiusa e riprenderà le contrattazioni venerdì.

In controtendenza SEOUL, che ha terminato la seduta in territorio negativo, zavorrata dai titoli dell'automotive e più in generale dagli esportatori, che soffrono il rafforzamento dello won, che ha toccato i massimi dei sedici mesi contro il dollaro nella notte.

I dati cinesi aiutano anche SINGAPORE, ai massimi da agosto 2011, trainata CapitaLand Ltd e CapitaMalls Asia Ltd che hanno una notevole esposizione al mercato cinese.

Positiva TAIWAN. In evidenza TSMC e altre bluechip.

SIDNEY ha chiuso sui massimi degli ultimi 19 mesi. In evidenza Rio Tinto (+2,4%) e BHP Billiton (+0,9%).

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia