Avio, GE acquista divisione aeronautica per 3,3 mld euro

venerdì 21 dicembre 2012 12:44
 

MILANO (Reuters) - La conglomerata Usa General Electric ha raggiunto l'accordo per l'acquisizione della divisione aeronautica di Avio per 3,3 miliardi di euro. La valutazione è pari a 8,5 volte l'Ebitda stimato per il 2012.

Lo rende noto in un comunicato il gruppo Usa che acquista sia la quota di Cinven e dei suoi soci, pari a circa l'81%, sia la quota di Finmeccanica, pari a circa il 14%.

La società aerospaziale italiana, che fornisce componenti per il motore dell'Eurofighter Typhoon oltre a essere fornitrice della stessa GE e di Rolls Royce Holdings Plc, era stata acquisita dal fondo di private equity Cinven nel 2006 con un'operazione che valutava la società 2,6 miliardi di euro.

Nei giorni scorsi Reuters aveva anticipato la scelta di General Electric rispetto ai concorrenti francesi di Safran e la chiusura a giorni dell'accordo.

PER DIVISIONE SPAZIO VISTE ALLEANZE IN INTERESSE ITALIA

La divisione aerospaziale rimane per il momento nelle mani di Cinven e Finmeccanica.

"Anche per la divisione Spazio, il cui azionariato non cambia nel breve periodo, si apre una nuova fase in cui, sotto la guida di Cinven e Finmeccanica, si definirà un quadro di alleanze industriali in linea con gli interessi italiani ed europei in questo settore strategico" dice Francesco Caio, AD di Avio.

GE nelle scorse settimane ha avuto i necessari ok politici per una società che, per la sua divisione spaziale, rientrava nelle società considerate di interesse strategico dall'Italia. L'esclusione della divisione Spazio dall'operazione ha da un lato eliminato un possibile fattore critico, dall'altro si è sposato con gli interessi di GE più concentrati sulla divisione aeronautica.

GE d'altra parte ha anche fatto valere la buona fama che si è costruita in Italia con l'esperienza di Nuovo Pignone. La conglomerata Usa, infatti, dopo avere acquisito l'azienda fiorentina ha persguito il suo sviluppo a partire dalla Toscana, smentendo i timori di un sostanziale spostamento delle attività fuori dai confini nazionali.   Continua...

 
L'ad di Avio Francesco Caio. REUTERS/Paolo Bona