Borse Europa in calo, esposti a rischi su 'fiscal cliff'

venerdì 21 dicembre 2012 10:26
 

LONDRA (Reuters) - Le borse europee sono in calo sui timori che possa non essere raggiunto negli Usa entro la scadenza di fine anno un accordo per evitare il 'fiscal cliff', una serie di misure tra tagli alla spesa e aumento delle tasse che potrebbe riportare la prima economia del mondo in recessione.

Intorno alle 10 il FTSEurofirst 300 cede lo 0,6% sulla scia delle perdite registrate nella notte dai futures sugli indici Usa e dai mercati asiatici a causa dell'insuccesso, all'interno del suo stesso partito, della proposta sul bilancio Usa avanzata dal leader dei Repubblicani John Boehner. Londra cede lo 0,7%, Francoforte e Parigi lo 0,4% circa.

"Il mercato è ancora troppo ottimista mentre sta inaspettatamente emergendo che non sarà raggiunto un accordo nell'immediato futuro", commenta il Chief Economist di Saxo Bank, Steen Jakobsen. "Questo rende l'azionario europeo (in termini di multipli) vulnerabile davanti a un esito negativo della questione fiscale Usa e anche una soluzione di compromesso non sarebbe comunque in grado di riformare nulla in modo strutturale".

Le borse europee sono salite di oltre il 20% da giugno grazie agli interventi delle banche centrali a sostegno dell'economia e alle attese di un accordo sul bilancio Usa.

I titoli in evidenza:

* Affonda con quasi -7% ADP dopo un profit warning: il gestore degli aeroporti parigini Charles de Gaulle e Orly ha tagliato gli obiettivi di utile di medio termine a causa dell'andamento del traffico inferiore alle attese.

* Segno meno anche per ARCELORMITTAL, il maggiore gruppo siderurgico al mondo, che ha annunciato svalutazioni per circa 4,3 miliardi di dollari sulle attività europee perchè le difficoltà economiche della regione hanno ridotto la domanda.

* In netto calo il gruppo minerario ENRC, appesantito secondo i trader da un downgrade a "neutral" da "buy" di Goldman Sachs.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Traders nella sala operativa della borsa di Francoforte. REUTERS/Remote/Janine Eggert