Banche, Abi: recessione frena impieghi, raccolta solo a breve

martedì 18 dicembre 2012 16:49
 

di Stefano Bernabei

ROMA (Reuters) - Cresce per il terzo mese consecutivo la raccolta delle banche, ma è concentrata sulla componente a breve e continua a decrescere per le obbligazioni, mentre l'andamento degli impieghi resta con il segno negativo con sofferenze ancora in crescita vicine a 120 miliardi.

La fotografia dell'ultimo rapporto Abi del 2012, aggiornato con i dati di novembre, mostra un settore che sente il peso della recessione, lavora con spread sui tassi ridotti ai minimi storici, fa i conti con la cattiva qualità del credito e prospettive di redditività sempre grame.

In questo contesto, spiega il chief economist Gianfranco Torriero illustrando il rapporto, "per un recupero di redditività occorrerà aspettare il superamento della crisi, con la ripresa collocata tra fine 2013 e il 2014".

"Per ora c'è solo la possibilità di intervenire sui costi". Nel dettaglio la raccolta complessiva è cresciuta dell'1,27% a 1.719,7 miliardi di euro, con i depositi in crescita del 5,8% sul novembre del 2011 a 1.148,1 miliardi e la raccolta da obbligazioni che cala ancora del 6,75% a 571,6 miliardi.

Gli impieghi sono in ulteriore assestamento e il totale dei prestiti ai residenti in Italia si colloca a 1.928,8 miliardi in calo dell'1,7%. L'andamento degli impieghi a famiglie e imprese è calato dell'1,91% annuo a novembre, a 1.484,5 miliardi, dopo essere calato ad ottobre del 2,72%.

Bassi volumi di prestiti, soprattutto per i rallentamento della domanda di mutui legata alla caduta delle compravendite immobiliari, si associano a spread sui tassi - differenziale del tasso sugli impieghi e quello sulla raccolta - che ha ritoccato a novembre il minimo storico calando a 168 punti base.

Continuano a crescere le sofferenze delle banche e in ottobre hanno ormai sfiorato 120 miliardi di euro, 2,2 miliardi in più rispetto a settembre e 17 miliardi in più rispetto a un anno prima.

Le sofferenze al netto delle svalutazioni a fine ottobre sono salite a 68,1 miliardi, quasi un miliardo in più sul mese prima e 12,3 su ottobre 2011.

Infine il portafoglio titoli delle banche, secondo la stima dell'Abi, si è collocato a 861,9 miliardi di euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Impiegati al lavoro in una banca. REUTERS/Tony Gentile