Pirelli, due soci per MTP Sapa che guarda a trading materie prime

lunedì 17 dicembre 2012 18:24
 

MILANO (Reuters) - Marco Tronchetti Provera inizia l'attività nel business del trading delle materie prime e fa entrare due nuovi soci nella cassaforte di famiglia a capo della catena di controllo. L'accordo lascia irrisolto lo scontro aperto nella galassia Pirelli con i Malacalza e ma non ne pregiudica il controllo.

Entrano nel capitale Rottapharm/Madaus - multinazione farmaceutica interamente posseduta da Lucio e Luca Rovati - e l'imprenditore romano Sigieri Diaz della Vittoria Pallavicini con quote rispettivamente del 25% e del 3%, in seguito a un aumento di capitale riservato per 40 milioni di euro.

Una fonte vicina alla vicenda dice che le trattative di Tronchetti Provera con potenziali nuovi soci, Investindustrial e Clessidra, proseguono per GPI e Camfin.

A questo livello la situazione diventa però più complessa, considerato che la struttura azionaria delle società è oggetto di contenzioso. La famiglia Malacalza a fine ottobre ha contestato a Gpi e MTP Sapa il mancato rispetto dei patti parasociali e ha chiesto l'esecuzione dell'accordo che prevede il trasferimento in proprio favore di un compendio patrimoniale di Gpi, che includa una quota del 13% di Camfin.

La partecipazione dei Malacalza in Camfin è attualmente al 12%.

La nuova liquidità per la MTP sarà comunque utile anche per affrontare la delega per l'aumento di capitale da 45 milioni di euro della controllata Gpi.

Con questa operazione il 72% della holding rimane a Mgpm, che fa capo alla famiglia Tronchetti Provera.

Il patto parasociale che verrà siglato dalle parti avrà una durata di tre anni e non mette in discussione il "controllo solitario attualmente esercitato da Marco Tronchetti Provera su MTP SpA e sulle società dalla stessa direttamente e indirettamente controllate, né sulla gestione ordinaria di tali società", dice la nota.

La famiglia Malacalza, secondo azionista del gruppo Pirelli, ha ribadito nelle scorse settimane la sua contrarietà alla strategia portata avanti da Tronchetti Provera e ha detto che non intende uscire dall'azionariato.   Continua...

 
Il presidente della Pirelli Marco Tronchetti Provera, Monza 8 settembre 2012. REUTERS/Giorgio Perottino