Btp chiudono in lieve rialzo su volumi ridotti

lunedì 17 dicembre 2012 17:32
 

MILANO (Reuters) - I Btp chiudono in marginale rialzo la prima seduta di una settimana che sembra destinata a non vedere movimenti rilevanti a meno di grandi sorprese sul piano politico. I volumi si sono mantenuti scarsi nel corso della seduta, con oscillazioni dello spread decisamente contenute.

Lasciando da parte il picco toccato lunedì scorso a 360 punti base dopo l'annuncio, il precedente sabato, di dimissioni da parte di Monti, da circa due mesi a questa parte, a dire dei trader, alcuni fondi esteri che avevano precedentemente ridotto a zero la loro esposizione ai titoli italiani la stanno ricostituendo utilizzando il 'cash flow', non intaccando quindi al momento i Bund nel loro portafoglio.

"Per questo la riduzione dello spread non è ancora particolarmente evidente" dice il trader.

Istituti italiani starebbero invece cedendo titoli di stato per realizzare plusvalenze in vista della fine dell'anno.

Quanto alla settimana corrente, si prospetta una serie di sedute con scarsa attività in quella che gli operatori definiscono "una lunga vigilia di Natale" che sarebbe iniziata proprio oggi.

"Non ci sono in agenda dati in grado di accendere il mercato, né aste importanti. L'unico movimento potrebbe arrivare da qualche grossa sorpresa sul terreno politico italiano, ma non credo che ce ne saranno. Il mercato sembra pronto ad accogliere le varie possibilità relative alla modalità di partecipazione di Monti al futuro quadro politico" dice un trader.

Il presidente del Consiglio Mario Monti, che ha annunciato l'intenzione di dimettersi dopo l'approvazione della legge di Stabilità, ha avuto ieri un lungo colloquio con il presidente della Repubblica Napolitano, ma non ha sciolto la riserva circa la sua futura partecipazione in politica. Tra le ipotesi emerse c'è quella che il premier non presenti una sua lista, ma il suo nome potrebbe comparire sui simboli dei partiti che aderiranno a un programma che lui indicherà.