Btp in rialzo, spiccano lunghissimi, spread su Bund a 323 pb

venerdì 14 dicembre 2012 13:25
 

MILANO (Reuters) - Il mercato obbligazionario italiano è ben impostato stamane, con acquisti soprattutto sulla parte più a lunga che si traducono in un appiattimento della curva. Ne beneficia anche lo spread, sceso in area 323 punti base.

Sullo sfondo resta il buon umore del mercato in generale per l'accordo raggiunto ieri sull'unione bancaria nella zona euro e per i primi segnali di progresso nel superamento del problema di budget negli Usa.

Le tensioni politiche italiane sono passate per ora in second'ordine dopo le assicurazioni giunte da più parti che - anche con il nuovo governo - le riforme iniziate e gli impegni presi con la Ue non verranno abbandonati.

"Il mercato è positivo e tranquillo. Non si sono visti grossi spunti stamane, ma gli acquisti sono stati buoni" dice un dealer.

"A guidare il mercato stamane è stata la parte più lunga della curva che ha visto un'impennata, con gli investitori - anche esteri - che vanno alla ricerca di buoni rendimenti".

Il differenziale di rendimento tra decennali italiani e tedeschi tratta a metà seduta in area 323 punti base, livello di una settimana fa quando ancora Monti non aveva annunciato l'intenzione di dimettersi.

Il rendimento sul Btp a dieci anni è tornato sotto quota 4,60%, a 4,589% dalla chiusura ieri 4,646%.

"Si aspettava il momento che gli investitori, stanchi di posizionarsi su asset con rendimenti a zero, rivedessero i portafogli arricchendoli di titoli con buoni rendimenti: forse - almeno in parte - quel momento si sta verificando" dice uno strategist.

Banca d'Italia ha detto stamane che tra il mese di agosto e quello di settembre gli investitori esteri hanno accumulato circa 10 miliardi di carta italiana [ID:nL5E8NE6WR].   Continua...

 
Operatori a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid