Pareggio bilancio, legge in aula Camera. Grilli: fare presto

martedì 11 dicembre 2012 13:03
 

ROMA (Reuters) - L'aula della Camera ha avviato oggi l'esame in prima lettura della legge che dà attuazione al principio del pareggio di bilancio in Costituzione.

"Auspico che i lavori alla Camera e poi al Senato possano procedere celermente per poter avere il provvedimento approvato prima della conclusione della legislatura", ha detto il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, aprendo i lavori.

La proposta di legge, essenziale per garantire efficacia al nuovo articolo 81 della Carta fondamentale, dovrà essere approvata a maggioranza qualificata dai due rami del Parlamento.

Il nuovo principio del pareggio di bilancio scatterà dal 2014 ma sia l'articolo 81, sia la legge rafforzata, ammettono il ricorso all'indebitamento per considerare gli effetti del ciclo economico e di specifici eventi eccezionali: gravi recessioni economiche, crisi finanziarie e gravi calamità naturali.

Per evitare l'abuso delle deroghe, spetterà alle Camere autorizzare l'aumento del deficit con voto a maggioranza assoluta dei rispettivi componenti.

La legge rafforzata, inoltre, introduce in Italia un organismo indipendente sul modello del Congressional budget office americano (Cbo), al quale dovranno essere attribuiti compiti di analisi e verifica degli andamenti di finanza pubblica e di valutazione dell'osservanza delle regole di bilancio.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il ministro dell'Economia Vittorio Grilli. REUTERS/Edgard Garrido (MEXICO - Tags: POLITICS BUSINESS)