Banche Italia, finanziamenti Bce in calo a novembre

venerdì 7 dicembre 2012 12:09
 

MILANO (Reuters) - Alla fine di novembre le banche italiane avevano in essere finanziamenti ottenuti dalla Banca centrale europea per un ammontare di 273,268 miliardi in calo dai 276,469 miliardi di euro di fine ottobre.

E' quanto si legge nella pubblicazione mensile di Banca d'Italia su aggregati di bilancio e riserve ufficiali.

Si tratta del livello più basso dopo quello registrato a maggio scorso a 272,7 miliardi.

Dal breakdown dei dati emerge che si è vista una nuova limatura della partecipazione ai finanziamenti principali a sette giorni, che scende a 3,680 miliardi dai 3,712 miliardi di fine ottobre, ma questa volta è leggermente diminuita anche quella ai finanziamenti più a lungo termine a 269,588 miliardi dai 272,757 miliardi.

La raccolta fondi presso la Bce da parte delle banche italiane ha visto una forte accelerazione oltre un anno fa, con l'accentuarsi della crisi nella zona euro fino a un picco nel luglio scorso con 283,27 miliardi.

A giugno 2011 l'importo dei finanziamenti in essere presso Francoforte degli istituti di credito italiani si attestava a 41 miliardi, importo raddoppiato il mese successivo in relazione al manifestarsi dei primi sintomi della crisi del credito, collegato all'esplosione delle turbolenze sul debito sovrano italiano.

Da allora le richieste di fondi delle banche italiane sono cresciute progressivamente, per poi stabilizzarsi, dopo lo svolgimento delle due maxi-operazioni di rifinanzimento triennali (a dicembre 2011 e a febbraio 2012), in area 270/80 miliardi di euro.

La prima possibilità di rientro da questi p/t a tre anni è offerta dalla Bce a partire dalla fine di gennaio prossimo.

RISERVE IN ECCESSO E DEPOSITI IN LIEVE RIALZO   Continua...