Telecom Italia accelera dopo cda, TI Media in flessione

venerdì 7 dicembre 2012 11:23
 

MILANO (Reuters) - Andamento a due velocità per Telecom Italia e per la controllata Telecom Italia Media all'indomani del consiglio fiume conclusosi con un mandato al management per negoziare con la Cassa Depositi e Prestiti una sua eventuale partecipazione al capitale di una società per la gestione della rete di accesso.

"Questo dovrebbe essere positivo per la società ma dipenderà dai termini della partecipazione e dalle condizioni dell'accordo", ha detto Robin Bienenstock, analista di Sanford C Bernstein.

Il titolo ha accelerato bruscamente dopo essere sceso sotto la soglia degli 0,7 euro toccando un minimo di 0,6965 euro. Nelle sale operative, sguarnite per la festività milanese di Sant'Ambrogio, non vengono citati motivi particolari per spiegare lo scatto se non una reazione meramente tecnica.

Cattive notizie per la controllata media: il management dovrà cercare di spuntare condizioni migliori con i pretendenti perchè le offerte giunte finora - da parte della coppia di fondi Clessidra-Equinox e, per i soli asset televisivi, da Cairo Communication - sono state considerate inadeguate.

Secondo Banca Akros "l'esito potrebbe verosimilmente preludere ad un ritiro dell'offerta dal momento che le condizioni di mercato, le incertezze regolatorie e le questioni specifiche della società non sono destinate a migliorare in tempi brevi".

Dal cda di ieri è arrivato anche un "no" all'ingresso del finanziere egiziano Naguib Sawiris.

"Nel complesso questi annunci appaiono relativamente positivi dal momento che il titolo sta trattando allo sconto più alto nel settore, pari a oltre il 15% del rapporto fra enterprise value e Ebitda", osserva un broker estero.

Intorno alle 11 Telecom si sgonfia un po', guadagnando circa l'1%. TI Media perde oltre l'1% dopo essere arrivata a perdere più del 2%. Volumi non significativi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia