Zona euro: Bce peggiora stime crescita, 2013 a rischio recessione

giovedì 6 dicembre 2012 15:12
 

FRANCOFORTE (Reuters) - Lo staff della Banca centrale europea ha peggiorato le previsioni economiche riguardanti il blocco della valuta unica per il prossimo anno, che rischia di essere il secondo all'insegna della recessione.

Per quanto riguarda il Pil, per il 2013 le stime sono nell'intervallo -0,9%/+0,3% , contro una previsione tra -0,4%/1,4% indicata tre mesi fa.

Il 2012, secondo le stime di Francoforte, si chiuderà con un calo del Pil nell'ordine del -0,6%/-0,4% rispetto alla stima di -0,6%/-0,2% di settembre.

Fornite per la prima volta le stime per il 2014, quando, nelle previsioni della Bce, l'economia della zona euro dovrebbe mostrale i segnali più evidenti di una ripresa, con una crescita del Pil tra lo 0,2% e il 2,2%.

Lo staff della Bce, inoltre, si attende per quest'anno un'inflazione al 2,5% rispetto alla stima compresa tra 2,4%/2,6% fornita a settembre.

Le pressioni sui prezzi dovrebbero attenuarsi l'anno prossimo, quando, secondo l'Eurotower, l'inflazione si attesterà tra 1,1% e 2,1% contro il range di 1,3% e 2,5% precedentemente indicato. Nel 2014 l'inflazione dovrebbe attestarsi tra lo 0,6% e il 2,2%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi, 26 novembre, 2012. REUTERS/Francois Lenoir