Metalmeccanici, nuovo contratto senza Fiom, aumento 130 euro

mercoledì 5 dicembre 2012 16:25
 

ROMA (Reuters) - Federmeccanica ha siglato stamani l'accordo con Fim-Cisl e Uilm per il rinnovo del contratto metalmeccanico 2013-2015 che prevede un aumento medio mensile lordo di 130 euro a regime.

Lo riferisce la Uilm.

Si tratta di un nuovo accordo separato. La Fiom, che non aveva firmato il precedente contratto del 2009, non ha infatti partecipato alla trattativa e ha invece organizzato manifestazioni e scioperi oggi e domani per protestare contro gli accordi separati e chiedere nuove norme sulla rappresentanza.

Il rinnovo riguarda circa 1,6 milioni di lavoratori e per la prima volta non riguarda la Fiat. Il Lingotto, per volontà dell'Ad Sergio Marchionne è infatti uscito da Confindustria per poter stipulare un contratto aziendale ad hoc nei suoi stabilimenti, sempre senza il sigillo della Fiom-Cgil.

Nel dettaglio, l'aumento - da considerarsi lordo mensile e medio, cioè relativo al quinto livello - sarà assegnato nel triennio in tre tranche: i primi 35 euro dal 1 gennaio 2013, poi 45 euro dal 1 gennaio 2014 e gli ultimi 50 euro a inizio del 2015.

La mediazione è stata trovata tra i 150 euro di aumento chiesti da Fim e Uilm e i 125 offerti da Federmeccanica.

(Francesca Piscioneri) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Immagine d'archivio di due operai metalmeccanici. REUTERS/Alessandro Garofalo (ITALY - Tags: BUSINESS INDUSTRIAL EMPLOYMENT CIVIL UNREST)