Borse Asia Pacifico in calo da recenti massimi su deboli dati Usa

martedì 4 dicembre 2012 08:59
 

MILANO (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono deboli, risentendo dei deludenti dati sul settore manifatturiero Usa che contrastano i segnali di crescita registrati in Cina.

Il comparto manifatturiero statunitense ha accusato a novembre la peggiore performance da luglio 2009, ulteriore segnale di un settore che fa ancora fatica a riprendersi.

I dati hanno spinto al ribasso Wall Street; il mercato guarda tuttavia con maggiore attenzione all'evolversi delle trattative sul 'fiscal cliff' dove, però, si registra ancora una situazione di stallo.

"Ultimamente i mercati si sono mostrati più ottimisti di ciò che la realtà dei negoziati sembra suggerire", sostiene David Carter, chief investment officer di Lenox Wealth Advisors di New York.

"Fino a quando il fiscal cliff non verrà risolto, l'upside del mercato è limitato mentre al contrario non c'è alcun vincolo ad aventuali ribassi", aggiunge.

L'indice Msci dell'area Asia-Pacifico cede lo 0,2% ritracciando dai massimi degli ultimi nove mesi raggiunti ieri. Il Nikkei, non compreso nell'indice, ha chiuso in calo dello 0,27%.

Nelle borse cinesi in leggero rialzo HONG KONG mentre fa meglio SHANGHAI nonostante la debolezza del comparto bancario che risente delle indiscrezioni stampa secondo le quali Huaxia Bank avrebbe collocato dei prodotti di risparmio gestito altamente rischiosi, attraverso un veicolo non autorizzato. Particolarmente deboli i volumi di scambio sui due listini. Piatta Prada.

Debole SINGAPORE, mentre TAIWAN è piatta registrando la nona seduta consecutiva di rialzi grazie ai guadagni del produttore di smartphone HTC e delle società fornitrici di Apple.

Ritraccia dai recenti massimi SEOUL, mentre la borsa australiana cede terreno dopo che la Reserve Bank of Australia ha varato un taglio dei tassi di riferimento da un quarto di punto che riporta il costo del denaro sui minimi storici del 3,0%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia