Borse Europa positive spinte da commodity, aiutano dati Cina

lunedì 3 dicembre 2012 10:50
 

LONDRA (Reuters) - L'azionario del vecchio continente è in rialzo sostenuto dai titolo legati alle commodity che beneficiano dei positivi dati macro cinesi.

In evidenza, in particolare, i minerari dopo che l'indice Pmi cinese ha mostrato a novembre la prima espansione del vasto settore manifatturiero del paese da tredici mesi a questa parte.

"Ci troviamo in un contesto in cui il quadro generale dei rischi è ancora presente: il fiscal cliff Usa, la zona euro e la Cina. Due di questi (Cina e Eurozona) stanno migliorando", commenta Philip Poole, responsabile globale delle strategie di investimento macro a Hsbc Global Asset Management.

Secondo Poole il meccanismo automatico Usa di aumento delle tasse e taglio della spesa, noto come 'fiscal cliff', resta il principale ostacolo per gli investitori, ma l'azionario mostra ancora buoni prezzi rispetto al debito sovrano core ed è un asset da acquistare.

"Che cosa porterà denaro fresco in questo mercato? Più di ogni altra cosa sono i dati.. Se vediamo una certa stabilizzazione degli indicatori a livello europeo, allora si sarà un afflusso di denaro".

Sono in linea con le stime i dati sul Pmi manifatturiero della zona euro (a 46,2) che indicano un allentamento della contrazione a novembre sebbene la ripresa sia ancora lontana.

Intorno alle 10,30 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 viaggia in rialzo dello 0,3% circa. Tra le singole borse Francoforte sale dello 0,46%, Parigi dello 0,58% e Londra dello 0,27%

I titoli in evidenza oggi

* EADS sale del 2,3% dopo avere confermato che il governo francese e quello tedesco stanno discutendo su possibili cambiamenti della struttura dell'azionariato.   Continua...

 
Un trader osserva gli schermi durante una seduta di borsa. REUTERS/Keith Bedford