Asta Btp 5/10 anni, tassi a minimi da 2 anni

giovedì 29 novembre 2012 11:39
 

MILANO (Reuters) - Il Tesoro ha collocato stamane, nella terza e ultima seduta di aste della settimana, 5,982 miliardi di euro di Btp sulle due scadenze benchmark a cinque e dieci anni, a ridosso del massimo del range di offerta complessiva di 4-6 miliardi. In netto calo i rendimenti che segnano un minimo da due anni.

La terza tranche del titolo quinquennale novembre 2017 è stata assegnata per 3 miliardi su una forchetta d'offerta di 2-3 miliardi. Il rendimento è sceso in asta al 3,23% dal 3,80% dell'ultimo collocamento, di fine ottobre, attestandosi ai minimi da ottobre 2010 (2,53%, minimo storico su questa scadenza). Il bid-to-cover è risultato pari a 1,24 dal precedente 1,49.

La settima tranche del decennale novembre 2022 è stata invece assegnata per 2,982 miliardi di euro su un'offerta, anche in questo caso, di 2-3 miliardi. Il rendimento è sceso al 4,45% dal 4,92% di fine ottobre, ai minimi dal 4,43% di novembre 2010; bid-to-cover a 1,18 dal precedente 1,43.

Di seguito i commenti di alcuni operatori:

ALESSANDRO GIANSANTI, Ing

"Questa mattina sul mercato c'è stato un rally mostruoso, i prezzi sono saliti molto, e questo ha scoraggiato qualche investitore ad andare in asta. E' per questo che la domanda non è stata eccezionale. Detto questo, è un asta che ha raccolto praticamente il massimo dell'importo, a tassi in netta discesa rispetto ai livelli visti sul mercato ieri sera. E soprattutto sono ampiamente sostenibili".

CHIARA CREMONESI, Unicredit

"Si è trattata di un'asta buona in termini di rendimenti, scesi ai minimi di due anni, e di domanda complessiva. Un elemento positivo è che il prezzo è uscito più alto rispetto a quello che esprimeva il mercato prima dell'asta e che proprio sul mercato il prezzo è continuato a salire per tutta la mattina: ciò significa che l'interesse degli investitori è molto vivo. E' vero che i bid-to-cover sono risultati più bassi [a 1,24 e a 1,18] rispetto a quelli della scorsa volta, ma si tratta comunque di un buon livello considerando anche che si tratta di un ammontare non leggero e che siamo a fine anno".

 
Operatori a lavoro durante una seduta. REUTERS/Brendan McDermid