Francia, possibile downgrade senza risultati risanamento, avverte Fitch

mercoledì 28 novembre 2012 17:13
 

LONDRA (Reuters) - Fitch potrebbe togliere la tripla 'A' alla Francia nel 2013 qualora Parigi non risultasse in grado di rispettare gli obiettivi di riduzione del debito e l'andamento dell'economia dovesse essere peggiore delle previsioni.

Lo dice Tony Stringer, managing director del gruppo dei rating sovrani di Fitch, l'unica delle tre maggiori agenzie a mantenere ancora il rating massimo sulla Francia.

"Pensiamo che sarà impegnativo per la Francia raggiungere il proprio target di un deficit al 3% del Pil nel 2013, in particolare considerando le prospettive di crescita anemiche" ha affermato Stringer in un'intervista a Reuters.

Moody's ha tagliato il rating della Francia a inizio novembre (ad 'Aa1' da 'Aaa'), mentre S&P l'aveva privata della tripla 'A' già lo scorso gennaio.

"Ogni performance deludente sia sul fronte del consolidamento fiscale sia delle fondamentali riforme economiche potrebbe portare a un downgrade nel 2013" ha aggiunto Stringer.

L'agenzia attualmente prevede un'espansione del Pil francese dello 0,3% per l'anno prossimo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia