Borse Europa deboli su timori 'fiscal cliff'

mercoledì 28 novembre 2012 09:34
 

LONDRA (Reuters) - L'azionario europeo parte in calo sui rinnovati timori per la questione del 'fiscal cliff' negli Usa.

Il leader della maggioranza al Senato americano, Harry Reid, ha dichiarato ieri di essere deluso dal fatto che ci sono stati "piccoli progress" nei colloqui tra Democratici e Repubblicani per arrivare a un accordo sul 'fiscal cliff' entro fine anno evitando in questo modo che scattino automaticamente tagli alla spesa e aumenti fiscali per 600 milioni di dollari.

"E' solo un commento che sta causando una piccola tempesta in un bicchier d'acqua. Penso che il mercato là fuori sia ancora solido. Non credo che l'Europa seguirà gli Usa perdendo troppo", dice però Terry Torrison, direttore generale di McLaren Securities.

In effetti le perdite di FTSEurofirst 300 ed Eurostoxx 50 sono contenute entro lo 0,5%.

I titoli in evidenza:

* Il gruppo bancario austriaco Raiffeisen è il titolo peggiore del paniere cede quasi 5% dopo aver dichiarato che si aspetta che i crediti dubbi aumentino.

* ArcelorMittal cede quasi 1% dopo che il presidente francese Francois Hollande ha fatto pressioni sul proprietario della società siderurgica per evitare la chiusura di due impianti nel nord del paese, adombrando la possibilità di una nazionalizzazione.

* Tonica la spagnola Banco Popular nel giorno in cui si conclude l'aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro. Secondo media locali all'inizio della settimana era stato sottoscritto l'80% dell'aumento. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un operatore a lavoro durante una seduta di borsa. REUTERS/Mohamed Abd El Ghany