Monti a Ocse: niente calo investimenti in 2013, sostegno da estero

martedì 27 novembre 2012 16:50
 

ROMA (Reuters) - Il governo italiano apprezza la valutazione positiva dell'Ocse sui progressi fatti per risanare i conti pubblici mentre ribatte alla stima di un calo del 5,1% degli investimenti fissi nel 2013 dicendo che si aspetta più domanda e capitali esteri per il rasserenato clima sui mercati finanziari.

In una nota a commento delle previsioni Ocse diffuse oggi, l'esecutivo guidato da Mario Monti si evidenza che "la principale differenza tra le previsioni dell'OCSE e quelle delle altre istituzioni, comprese le previsioni della Commissione Europea dello scorso 7 novembre, riguarda l'evoluzione degli investimenti fissi lordi per l'anno prossimo, che l'OCSE prevede a -5,1% rispetto a -0,6% della Commissione e rispetto a 0,1% indicato nell'aggiornamento del Def".

Il governo ritiene che gli investimenti "saranno sostenuti dalla domanda esterna e dalla stabilizzazione dei mercati finanziari, nonché dal progressivo aumento di capitale straniero".

Palazzo Chigi assicura che "il lavoro di questo governo per garantire un percorso credibile per uscire dalla crisi nella zona euro e rimuovere l'incertezza dei mercati sull'euro stesso, normalizzerà progressivamente l'offerta e costo del credito".

Note positive invece, secondo il governo, vengono dalle valutazioni dell'Ocse per il risanamento di bilancio dell'Italia.

"Il governo prende atto della valutazione positiva dell'Ocse, in particolare per quanto riguarda il risanamento del bilancio, gli effetti delle riforme e la conferma che l'Italia raggiungerà il pareggio di bilancio in termini strutturali nel 2013 e nel 2014, come questo governo si era impegnato a fare e come richiesto dalle norme UE", dice la nota.

Ocse ha stimato per l'Italia un calo del Pil del 2,2% nel 2012 e dell'1% nel 2013 e ha sottolineato che tra i motivi di maggiore incertezza c'è l'incognita legata alle elezioni politiche e agli impegni del prossimo governo nel proseguire l'apprezzata azione di risanamento e di riforma. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il segretario generale dell'Ocse Angel Gurria in una conferenza stampa al quartier generale dell'organizzazione a Parigi, 29 ottobre 2012. REUTERS/Bertrand Langlois/Pool