BORSE ASIA-PACIFICO - Indici positivi su accordo target debito Grecia

martedì 27 novembre 2012 08:53
 

SINGAPORE (Reuters) - Le piazze dell'area Asia-Pacifico si rafforzano per la settima seduta consecutiva in scia all'accordo raggiunto in Europa sui nuovi target di debito per la Grecia e sull'intesa politica riguardante il pagamento della nuova tranche di aiuti al Paese.

Il trend asiatico dovrebbbe influenzare positivamente anche le borse europee e successivamente Wall Street.

Intorno alle 8,25 l'indice Msci dell'Asia-Pacifico guadagna lo 0,55%, toccando i picchi di tre settimane. Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,37%.

I timori che la crescita dell'economia cinese possa essere compromessa dalla limitata capacità di prestito delle banche contribuiscono a limitare i guadagni di HONG KONG e SHANGHAI, con quest'ultima che registra tuttavia volumi ai livelli massimi delle ultime due settimane. Prada -1,09%.

SINGAPORE muove al rialzo dopo che Citi ha promosso United Overseas Bank Ltd a 'buy' da 'sell' e Oversea-Chinese Banking Corp a 'neutral' da 'sell', citando la possibilità di una stabilizzazione dei margini di interesse e un miglioramento dei dati macro nei prossimi trimestri.

Positiva anche TAIWAN che chiude ai massimi da cinque settimane (+0,31%) unendosi al trend delle altre borse asiatiche grazie ai forti acquisti di titoli difensivi, in particolare quelli dei produttori di materiali plastici.

L'azionario di SEOUL rimbalza verso i picchi delle ultime tre settimane (+0,87%), con il sentiment degli investitori galvanizzato dalla notizia dell'accordo sul debito greco.

In rialzo dello 0,7% SYDNEY, con i titoli minerari che beneficiano delle notizie provenienti dall'Europa. CSL balza a livelli record in scia alle previsioni rialziste della società sugli utili dell'anno.

Infine, buoni guadagni anche sulla BORSA INDIANA dove si mette in luce Cinemax India.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia