Borsa Milano chiude debole, mood attendista, volano A2A, Rcs

lunedì 26 novembre 2012 18:03
 

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in calo una seduta tranquilla e caratterizzata da volumi sottili. Gli investitori sono rimasti per lo più alla finestra in attesa di nuovi segnali sul pacchetto di aiuti alla Grecia che dovrebbero giungere dal meeting dei ministri delle Finanze Ue ancora in corso.

"Tutti hanno tirato i temi in barca in mancanza di notizie decisive, alcuni parlano di un possibile rally prima di Natale ma per ora nessuno si sbilancia" commenta un trader. A prevalere sul mercato sono la cautela e l'avversione al rischio degli investitori, aggiunge il dealer.

L'indice FTSE Mib chiude in calo dello 0,74%, mentre l'Allshare scivola dello 0,75%. Volumi decisamente scarni e pari a 775 milioni di euro. Chiusura negativa anche per il FTSEurofirst a -0,58%.

* Tra i bancari negativi si salva solo MPS (+0,25%) che recupera lievemente dalla flessione della settimana scorsa. Male le bluechip UNICREDIT (-0,9%) e INTESA (-1,1%), così come BANCO POPOLARE, UBI e BP EMILIA.

* Vola A2A (+4,66%), "premiata" secondo un trader "per il successo del bond". Banca Akros ha promosso il titolo ad 'accumulate' da 'hold' ritenendo, tra l'altro, che il tema del rifinanziamento del debito sia superabile con le cessioni e l'emissione dell'obbligazione.

* Toniche anche MEDIOLANUM e TERNA.

* Movimenti opposti per FIAT e FIAT INDUSTRIAL. La prima chiude in rialzo dell'1,41% dopo la riapertura del bond garantito 2016 con un incremento dell'ammontare. Fiat Industrial cede invece il 3,06% nel giorno dell'accordo definitivo per la fusione con Cnh. EXOR (-0,27%) ha dichiarato che intende mantenere la sua quota sopra la soglia dell'Opa, spegnendo qualsiasi appeal speculativo sul titolo.

* Debole PRYSMIAN (-2,03%): Mediobanca ha tagliato il giudizio a 'neutral' da 'outperform' ma soltanto perché ritiene che agli attuali livelli il titolo abbia poco potenziale di rialzo. "Consideriamo Prysmian una delle storie migliori nell'universo dei beni capitali in termini di visibilità degli utili e di gestione", scrive l'analista Alessandro Tortora nel report.

* All'indomani dell'incontro informale di aggiornamento sul piano industriale tra AD e consiglieri, RCS chiude a +4,1% dopo rialzi a due cifre nel corso della giornata, con volumi quattro volte superiori alla media. Dalle sale operative non emergono motivazioni specifiche, mentre i trader online citano nei blog indiscrezioni stampa su nuove dichiarazioni di interesse di Alessandro Proto per la società.

* In gran spolvero EUKEDOS (+21,42%). Un trader segnala che mercoledì la società illustrerà la nuova politica industriale e presenterà i nuovi manager.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
L'ingresso della Borsa di Milano in Piazza degi Affari, 8 dicembre 2011. REUTERS/Alessandro Garofalo