Banche Europa, Eba intensifica controlli su organi vigilanza, manager

giovedì 22 novembre 2012 14:39
 

LONDRA (Reuters) - Le banche europee dovranno effettuare controlli più rigorosi sui membri dei propri organi interni di vigilanza e sulle figure amministrative chiave, non solo quelle relative al top management.

E' quanto è prescritto nelle nuove linee guida diffuse oggi dall'Eba, l'Autorità bancaria europea, secondo cui le carenze in tema di corporate governance, compresa una inadeguata supervisione e controllo sugli organi esecutivi, contribuiscono ad una "eccessiva e imprudente assunzione di rischi nel settore bancario".

Il campo di applicazione della nuove prescrizioni dovrebbe quindi estendersi agli organi di vigilanza in modo che quest'ultimi possano effettuare un controllo "costruttivo" e una sorveglianza "efficace" sulle decisioni e attività svolte dal management.

L'Eba prevede anche un sistema di valutazione obbligatorio dei soggetti "titolari di funzioni chiave", ovvero coloro che, secondo l'Autorità, sono responsabili della gestione quotidiana delle attività di business, alla dipendenze delle prime linee di managament.

Questo tipo di valutazione viene già effettuata da molte banche e dalle autorità di regolamentazione ma le procedure possono variare tra i vari paesi Ue. L'obiettivo di queste nuove linee guida è quello di armonizzare le varie metodologie.

Le nuove indicazioni dovrebbero essere eseguite entro il 22 maggio e le valutazioni devono tener conto della natura, delle dimensioni e della complessità dell'attività, dice l'Eba.

Tra gli elementi presi in considerazione nella valutazione dei requisiti, oltre "buona reputazione", vi è anche la verifica che gli organi manageriali si comportino in modo "trasparente, aperto e cooperativo" con le autorità di regolamentazione e vigilanza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Madrid, una donna al telefono accanto a un bancomat di Bankia, in una foto del 26 ottobre. REUTERS/Sergio Perez