Borse Europa spinte su massimi 2 settimane da dati Cina

giovedì 22 novembre 2012 12:04
 

LONDRA (Reuters) - Le borse europee guadagnano terreno per la quarta seduta consecutiva stamani sostenute dai dati incoraggianti giunti dalla Cina dove la stima flash relativa all'andamento della manifattura a novembre ha mostrato la prima espansione dopo tredici mesi.

Ne traggono beneficio i settori più sensibili alla crescita economica, in particolare il comparto dell'auto e dell'industria estrattiva.

"C'è stata molta preoccupazione per le prospettive della crescita globale. In questo contesto, qualsiasi miglioramento dei dati cinesi è benvenuto, dato che gli investitori sono ancora avversi al rischio, un fatto che è riflesso nelle valutazioni", commenta Robert Parkes, equity strategist di HSBC Securities.

L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 ha toccato i massimi di due settimane in mattinata e, intorno alle 11,30 ora italiana, avanza dello 0,4%. Francoforte +0,7%, Parigi +0,35%, Londra +0,55%.

Di seguiti i titoli in evidenza oggi:

* In grande spolvero SABMILLER dopo che il secondo produttore mondiale di birra ha registato un incremento dell'utile netto del 12% nel primo semestre grazie all'acquisizione del concorrente australiano Foster e alla robusta crescita in America Latina.

* Segna un progresso dello 0,6% RECKITT BENCKISER fresca della sigla di un accordo per rilevare il gruppo Usa Schiff Nutrition per 1,4 miliardi di dollari, strappandolo alla tedesca Bayer (+0,9%).

* In volata il titolo del sito internet di incontri CUPID che ha previsto un utile significativamente più elevato per l'esercizio che si chiude a fine dicembre.

* Restano indietro i telefonici, dove l'operatore olandese KPN cede due abbondanti punti percentuali.

* Guadagni più contenuti anche per un altro comparto difensivo, quello dei servizi di pubblica utilità. In ribasso EDP mentre tenta di contenere le perdite EON

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Trader alla Borsa di Francoforte, sullo sfondo il tabellone elettronico con l'indice Dax. la foto è del 20 novembre. REUTERS/Remote/Lizza David