Moody's: senza riforme promesse possibile nuovo downgrade Francia

martedì 20 novembre 2012 10:00
 

PARIGI (Reuters) - Moody's potrebbe declassare ulteriormente il rating sovrano della Repubblica francese se il presidente Hollande e la sua amministrazione non riusciranno a realizzare le riforme annunciate.

Lo ha affermato l'analista sul debito sovrano della Francia dell'agenzia di rating Dietmar Hornung.

"Taglieremo ancora il rating francese nel caso di un ulteriore deterioramento materiale delle prospettive economiche della Francia o in uno scenario in cui dovessero esserci difficoltà nella realizzazione delle riforme annunciate" ha spiegato Hornung, aggiungendo che pressioni sul merito creditizio del paese potrebbero giungere anche da nuovi e sostanziali shock, sia di tipo economico sia di tipo finanziario, legati alla crisi della zona euro.

Secondo l'analista di Moody's il budget francese per il 2013, che include misure di riduzione del deficit per 30 miliardi di euro, e il patto sulla competitività presentato il mese scorso rappresentano "passi significativi", che hanno permesso di limitare la portata del downgrade. Ma - avverte Hornung - budget 2013 e piano fiscale a medio-termine si basano su previsioni di crescita "troppo ottimistiche".

FRANCIA PERDE LA TRIPLA A

Ieri sera Moody's ha privato la Francia della tripla-A, con il taglio del rating del paese di un 'notch' a Aa1, motivando l'iniziativa con le incerte prospettive fiscali del paese e il deterioramento del quadro economico. L'outlook rimane negativo.

"La prima motivazione alla base del taglio (...) risiede nei rischi alla crescita economica, e quindi alle finanze pubbliche, posti dai persistenti problemi economici strutturali del paese" ha spiegato Moody's. "Questi includono le rigidità nei mercati del lavoro e dei servizi e i bassi livelli di innovazione che continuano a guidare una perdita di competitività della Francia graduale ma sostenuta e la graduale erosione della sua base industriale per l'export".

Già S&P aveva tolto la tripla-A alla Francia, lo scorso mese di gennaio.

Il ministro delle finanze francese Pierre Moscovici ha affermato stamane che il downgrade nono mette in questione i fondamentali economici del paese, aggiungendo che il governo realizzerà le riforme promesse.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il logo dell'agenzia di rating Moody's nell'ufficio di Parigi. REUTERS/Philippe Wojazer