Borse Asia pacifico in rialzo su attese accordo Usa, debole Shanghai

martedì 20 novembre 2012 08:48
 

TOKYO (Reuters) - Prevalgono i rialzi tra le borse dell'area Asia-Pacifico sulle speranze che venga raggiunto un compromesso negli Usa sul 'fiscal cliff', mentre l'euro si è indebolito dopo che Moody's ha tolto la tripla A alla Francia, ricordando agli investitori i rischi di peggioramento della crisi del debito della zona euro.

Intorno alle 8,30 italiane, l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale dello 0,44%. Il Nikkei ha chiuso in calo dello 0,12%.

"C'è un certo ottimismo al momento sul fatto che gli americani riusciranno a essere costruttivi sulla questione del 'fiscal cliff'", commenta Damien Boey, strategist di Credit Suisse.

Il buon andamento del settore tecnologico ha spinto la BORSA COREANA in rialzo dello 0,6%, mentre HONG KONG avanza dello 0,3% sotto il massimo da una settimana toccato nel corso della seduta. Prada (+0,8%).

In controtendenza SHANGHAI, in calo di circa lo 0,4%, non lontano dai minimi da inizio 2009 toccati ieri dopo che è emerso che i flussi in entrata degli investimenti esteri in Cina sono calati del 3,45% nei primi dieci mesi del 2012.

Bene SYDNEY sostenuta dal comparto minerario e dall'apertura della banca centrale australiana a tagliare i tassi di interesse. Poco mossa MUMBAI. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia