Rai, in nove mesi passa in rosso per 184 milioni di euro

venerdì 16 novembre 2012 15:53
 

ROMA (Reuters) - Nei primi nove mesi di quest'anno la Rai [RAI.UL] ha perso 184,5 euro milioni di euro, soprattutto a causa del calo dei ricavi pubblicitari, ma anche per i costi legati agli eventi sportivi.

Lo dice un comunicato dell'azienda pubblica radio-tv diffuso oggi, al termine del consiglio di amministrazione.

Anche per Mediaset, l'altro gigante della tv italiana, il periodo è rosso: il 13 novembre ha annunciato di aver chiuso in perdita il terzo trimestre e anche, complessivamente, i primi nove mesi dell'anno proprio per la situazione del mercato pubblicitario.

Secondo la relazione sul Conto economico consolidato, rispetto allo stesso periodo del 2011 la perdita è in peggioramento di 218,2 milioni di euro, dato che a settembre dell'anno scorso si registrava un attivo di 33,7 milioni.

La Rai aveva chiuso il primo semestre 2012 con una perdita di 129 milioni di euro, in peggioramento di 178 milioni sullo stesso periodo del 2011.

Secondo l'azienda il calo è "imputabile, nonostante la riduzione dei costi di 82 milioni di euro, principalmente alla flessione dei ricavi pubblicitari e al costo dei grandi eventi sportivi".

In particolare, su quest'ultima voce, il comunicato segnala il costo di 143 milioni di euro dovuto agli Europei di calcio e alle Olimpiadi.

Nel risultato negativo, dice l'azienda, pesa anche la diminuzione degli importi delle convenzioni tra Rai e Pubblica amministrazione, che però non vengono quantificati.

I ricavi del gruppo nei primi nove mesi sono stati di circa 2,39 miliardi, cioè 137 milioni in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, di cui 114 milioni di pubblicità in meno.   Continua...