Telecom, no opposizione a Sawiris, offerta ben sotto 4-5 mld

lunedì 12 novembre 2012 17:28
 

MILANO (Reuters) - Posizioni attendiste dopo la proposta di Naguib Sawiris di entrare nel capitale di Telecom Italia, ma nessuna opposizione preconcetta da parte del presidente del gruppo Franco Bernabè o dagli azionisti.

Telecom Italia questa mattina ha confermato la proposta di Sawiris, che con un investimento significativo in azioni di nuova emissione diventerebbe un naturale concorrente di Telefonica nella compagine di controllo del gruppo italiano.

Telco, holding partecipata da Telefonica, Intesa, Generali e Mediobanca, è il socio di riferimento del gruppo, con il 22,4% circa del capitale.

Una portavoce di Sawiris ha detto che l'ipotesi della stampa di un investimento di 5 miliardi di euro è "inaccurata ed eccessiva".

La cifra che Sawiris sarebbe disposto a spendere sarebbe "meno di 4-5 miliardi", dice una fonte vicina alla vicenda. Una seconda fonte dice che "4-5 miliardi sembra una cifra un po' buttata lì. Mi sembrerebbe più sensata un'operazione intorno al 10% del capitale di Telecom".

Un investimento di 4 miliardi, se si ipotizza che un aumento di capitale potrebbe venire realizzato ai valori cui il titolo è iscritto nei bilanci degli azionisti di Telco, quindi 1,5 euro per azione, corrisponde a una partecipazione pari a poco meno del 20% delle azioni ordinarie.

Il presidente di Generali Gabriele Galateri dice che della questione si parlerà in cda.

"Si sta valutando, allo stato attuale non c'è molto da dire", dice una terza fonte vicina alla vicenda.

Sawiris spenderebbe meno, acquistando le azioni sul mercato, oggi valgono 72 cent, ma intende fare un'operazione in accordo con gli altri soci.   Continua...

 
Il presidente di Orascom Telecom Naguib Sawiris. REUTERS/Cynthia Karam