Borse Asia, indici in rosso su timori 'fiscal cliff'

giovedì 8 novembre 2012 09:23
 

TOKYO (Reuters) - Le preoccupazioni legate al bilancio statunitense e al cosiddetto 'fiscal cliff' spingono in rosso i listini asiatici, con gli investitori poco propensi all'acquisto di asset rischiosi.

Intorno alle 8,31 l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico cede l'1,3%. Il Nikkei, non compreso nell'indice, ha chiuso ai minimi da tre settimane.

Quarta chiusura negativa di fila per Shanghai, dove a pagare il conto sono stati soprattutto gli energetici, dopo il tonfo del 4% dei prezzi dei carburanti nel corso della notte. Lo Shanghai Composite Index ha chiuso in calo dell'1,6%.

Andamento negativo per Hong Kong, che cede il 2,28%, su prese di profitto.Scivola dell'1,25% Prada.

Taiwan non fa eccezione e chiude in calo dello 0,61%, zavorrata dai bancari, (-1,5%) e dai petroliferi, (-1,8%). Male i produttori di vetro, che hanno visto un tonfo del 2,25%.

Finale di seduta in rosso per Seoul (-1,19%), dove a segnare le perdite maggiori sono stati le società del settore delle costruzioni e dell'edilizia, come GS Engineering & Construction, che ha messo a segno un tonfo dell'11,2%. Sui minimi da due mesi Singapore (-1,27%).

Negativa Sydney che cede lo 0,72%, zavorrata dai minerari e dalle società energetiche. Le vendite su bancari e tecnologici colpiscono Bombay, che perde lo 0,55%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia