Borse Europa positive su vittoria Obama, max da 2 settimane

mercoledì 7 novembre 2012 10:18
 

PARIGI (Reuters) - Borse europee positive in avvio di seduta, brindano alla rielezione di Barack Obama alla presidenza degli Stati Uniti; notizia che dà carburante alle attese di prosecuzione della politica di quantitative easing da parte della Fed.

Tuttavia, nonostante la vittoria di Obama, il bilanciamento dei poteri nel Congresso Usa resta invariato, mantenendo quindi intatto il rischio di uno stallo nelle trattive sul cosiddetto "fiscal cliff", il massiccio taglio di bilancio e aumento delle tasse per circa 600 miliardi di dollari che dovrebbe entrare in vigore entro la fine dell'anno in mancanza di un accordo.

"Certamente dà visibilità alla politica Usa, che è positivo per i mercati. Ora l'attenzione è sul fiscal cliff", sottolinea un trader. "Riuscirà Obama a trovare un accordo sul fiscal cliff? Questa è la domanda che ci si pone", aggiunge il trader.

L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,37%, vicino ai massimi da due settimane: Francoforte sale dello 0,52%, Parigi +0,72% e Londra +0,18%.

I titoli in evidenza:

* Danone balza del 3% dopo che il Financial Times scrive che l'investitore attivista Nelson Peltz ha comprato azioni del gruppo alimentare pari all'1% con l'obiettivo di spingere il gruppo a tagliare i costi al fine di incrementare i margini e vedere un ritorno di denaro per gli azionisti.

* Telefonica balza di oltre l'1,5% dopo la conferma degli obiettivi per fine anno e il pagamento del dividendo nel 2013.

* Bnp Paribas sale del 4% circa a seguito dei risultati del terzo trimestre in forte crescita.

* Veolia balza del 5% dopo i riultati del trimestre e della riduzione dell'indebitamento nel periodo.

* Il gruppo cementiero svizzero Holcim, numero due al mondo alle spalle di Lafarge, ha annunciato un miglioramento dell'utile netto trimestrale meno marcato delle attese. Il titolo cede lo 0,6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
La sala operativa della borsa di Francoforte. REUTERS/Remote/Staff