Auto Italia, peggior ottobre dal 1977, quota Fiat al 29%

venerdì 2 novembre 2012 18:53
 

MILANO (Reuters) - Il mercato dell'auto in Italia continua a segnare il passo per la stagnazione della domanda dovuta alla crisi finanziaria, segnando il peggior ottobre dal 1977.

Nel mese si sono immatricolati 116.875 veicoli, in ribasso del 12,39% annuo, secondo i dati del ministero dei Trasporti. Si tratta di un calo contenuto se confrontato al -20% e oltre dei mesi precedenti, ma dovuto a due giorni lavorativi in più rispetto al periodo di riferimento.

Il gruppo Fiat fa meglio del mercato con un ribasso del 10,3% a 34.051 veicoli de una quota di mercato al 29,13% dal 30,26% di settembre e dal 28,4% di settembre 2011.

Fiat rileva come questo sia il peggior ottobre dal 1977, quando ci furono 97.000 immatricolazioni.

Fiat e Panda restano le più vendute in Italia, con 500, Ypsilon e Giulietta tra le prime 10.

Unrae dice che facendo un confronto a parità di numero di giornate lavorative, anche tenendo conto dell'effetto fine mese, il calo sarebbe del 20%.

Secondo il Centro Studi Promotor, le previsioni 2012 restano a 1,4 milioni di veicoli, cioè sul livello di 33 anni fa, ma "si può ritenere che la tendenza negativa in atto sia destinata a esaurirsi nel corso dei prossimi mesi".

Csp prevede un mercato stabile nel 2013 in attesa delle elezioni. E' possibile una ripresa, dopo il voto, se "il quadro politico e istituzionale italiano fosse tale da rassicurare i consumatori e i mercati".

ALLARME PER COMPONENTISTICA E CONCESSIONARI   Continua...

 
Una Fiat 500 in un concessionario di Roma. REUTERS/Alessandro Bianchi (ITALY - Tags: TRANSPORT BUSINESS)