Borsa chiude in rialzo, spread in zona 370 pb, euro risale

giovedì 12 aprile 2012 19:34
 

MILANO (Reuters) - Piazza Affari trova la forza per consolidare il rimbalzo registrato ieri, sebbene il trend negativo che ha segnato il periodo dal 19 marzo scorso ad oggi non si possa dire chiuso.

L'esito complessivamente confortante delle aste di titoli di stato italiani, che si è tradotto in un calo dello spread Btp-Bund, ha consentito al listino di Milano di recuperare le perdite, che in mattinata avevano toccato quasi due punti percentuali, e accelerare nel finale, complice il rafforzamento di Wall Street. In chiusura, l'indice FTSE Mib ha guadagnato l'1,23%, a 14.869,91 punti, rimbalzando, come già ieri, sul supporto posto a 14.400 punti. L'AllShare è salito dell'1,17% e il MidCap dell'1,63%. Volumi per un controvalore di circa 2,1 miliardi.

L'indice europeo FTSEurofirst 300 chiude a +1,1%. Tra le singole borse, Francoforte chiude a +1,11% come Parigi, mentre Londra chiude a +1,4%. Madrid chiude a -0,7%.

I benchmark italiani chiudono in rialzo una seduta caratterizzata da aste che, invece di appesantire il secondario, hanno costituito un'occasione di acquisto, secondo i trader.

Lo spread, che a ridosso delle aste aveva toccato il massimo in area 386 punti base, è sceso fin sotto i 370 punti base sull'onda di una nuova tonicità delle periferie. Alle 19, lo spread si attesta a 372 pb.

Il tasso del decennale italiano scende frazionalmente al 5,421% dal 5,544% di ieri sera.

L'euro recupera sul dollaro per il secondo giorno consecutivo, toccando il massimo da una settimana. Dopo un avvio incerto la valuta unica ha toccato un picco di 1,3186 dollari, beneficiando della discesa dei rendimenti dei titoli di Stato italiani, nonostante un'asta di Btp non brillante. Le preoccupazioni sulla crisi del debito della zona euro frenano comunque il recupero.

Alle 19 italiane l'euro vale 1,3178, in rialzo comunque dall'ultima chiusura a 1,3109.

Il Brent guadagna oltre un dollaro sulla scia di un biglietto verde debole e della cautela degli investitori in vista di un nuovo meeting tra Iran e Occidente sul controverso programma nucleare di Teheran.

Alle 19 italiane il Brent guadagna 1,07 dollari a 121,25, mentre il greggio Usa sale di 95 centesimi a 103,65.

 
Un passante in bici davanti a uno schermo con le quotazioni di borsa a Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo  (ITALY - Tags: POLITICS SOCIETY)