Exor, Elkann: da Fiat-Chrysler frutti nel lungo periodo

mercoledì 11 aprile 2012 16:13
 

MILANO (Reuters) - Exor si dice positiva sui frutti che può portare la partecipazione in Fiat-Chrysler nel lungo periodo e ribadisce che intende ridurre i piccoli investimenti, che però non sono esclusi in futuro se di elevata qualità.

Exor è controllata dalla famiglia Agnelli ed è a sua volta azionista di riferimento con il 30% circa di Fiat e Fiat Industrial.

"Siamo convinti che Fiat Chrysler sia un viaggio appena cominciato che continuerà a mietere frutti negli anni a venire", dice il presidente John Elkann nella lettera agli azionisti.

La quota di Exor in Fiat potrebbe diluirisi in seguito alla prevista fusione con il gruppo Usa.

"Come già segnalato lo scorso anno vogliamo ridurre il numero dei piccoli investimenti, per concentrarci su quelli di maggiori dimensioni", ha poi scritto il presidente della holding.

Elkann però non esclude investimenti di piccola entità nel caso di acquisto di quote di minoranza in attività con valutazioni attraenti a cui il gruppo sarebbe fiero di essere associato e in attività con forti possibilità di crescita.

A questo proposito cita la quota di minoranza nell'Economist e nella società britannica Alcantara.

- Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il presidente di Fiat John Elkann.   REUTERS/Denis Balibouse